RFeditore Eco di Milano e Provincia
18.6 C
Milano
sabato, Giugno 22, 2024
eco
HomeSaluteOperazione da record: operato a 3 mesi per una rara malattia del...

Operazione da record: operato a 3 mesi per una rara malattia del pancreas

Un bambino affetto da iperinsulinismo congenito è stato curato con successo a Milano grazie alla collaborazione di esperti medici provenienti dall’Ospedale San Raffaele e dal Policlinico di Milano. La malattia genetica del pancreas causava crisi ipoglicemiche e ritardi nello sviluppo neuromotorio. Attraverso un intervento chirurgico mirato, è stata rimossa con successo la parte del pancreas malfunzionante, ripristinando la normale funzionalità dell’organo. Il bambino è stato dimesso senza ulteriori crisi ipoglicemiche e non richiederà terapie mediche. Il successo dell’intervento è stato possibile grazie alla sinergia tra i medici esperti e alla tempestiva diagnosi e identificazione della malattia.

La dottoressa Roberta Pajno, pediatra endocrinologa, che insieme al primario, dottor Graziano Barera, ha coordinato il piano terapeutico e seguito il bambino nella delicata preparazione all’intervento e successivamente nel follow up, spiega: “Alle prime manifestazioni di tale malattia, è fondamentale procedere con sollecitudine alla diagnosi e all’identificazione della forma specifica di iperinsulinismo, attraverso analisi del sangue, TAC-PET e analisi genetica, per individuare la strategia terapeutica migliore, prevenire il danno cerebrale e garantire una migliore qualità di vita”. E conclude: ”Abbiamo raggiunto un risultato ottimale grazie alla sinergia tra competenze specifiche interne al nostro ospedale e alla collaborazione con il collega del Policlinico”. 

Operazione 3 mesi pancreas

L’operazione al pancreas 

L’intervento, in anestesia generale, è stato condotto dal professor Stefano Partelli e dal dottor Nicolò Pecorelli, entrambi chirurghi dell’Unità di Chirurgia del Pancreas e dei Trapianti dell’Ospedale San Raffaele, diretta dal professor Massimo Falconi, insieme al professor Ernesto Leva, direttore della Chirurgia Pediatrica del Policlinico di Milano. La rimozione della coda del pancreas (pancreasectomia distale) in un neonato è un intervento estremamente raro e molto delicato viste le possibili complicanze associate.  

Grazie alla collaborazione tra le due équipe si è potuto combinare efficacemente le competenze nelle rispettive discipline, ovvero la chirurgia pancreatica e pediatrica. Questa sinergia ha consentito di integrare le conoscenze sulle peculiarità anatomiche e di tecnica chirurgica specifiche dei bambini così piccoli, insieme all’esperienza fondamentale della gestione intra- e post-operatoria di un intervento chirurgico al pancreas. 

Prima di concludere l’operazione, durata circa 3 ore, è stata eseguita una valutazione istologica estemporanea che ha confermato il quadro di iperinsulinismo focale nella porzione del pancreas rimosso. Si è quindi proceduto alla conclusione dell’intervento lasciando un piccolo drenaggio in sede addominale, rimosso il giorno successivo per decorso postoperatorio regolare senza complicanze.

Articoli Correlati
sanificazione ambientale Eco di Milano e provincia

Popolari