BARCELLONA 86OLIMPIA MILANO 90
Satoranski 4, Laprovittola 16, Kalinic 17, Da Silva 6, Vesely 14, Hernangómez 10, Brizuela 9, Abrines, Jokubaitis 2, Parra 6, Nnaji 2, PauliFlaccadori 15, Shields 19, Ricci, Melli 16, Voigtmann 8, Poythress 6, Hall 21, Hines 2, Tonut 3, Bortolani, Kamagate, Caruso
Allenatore: GrimauAllenatore: Messina
Tiri liberi: 17/19 (85%)Tiri liberi: 17/23 (74%)
Tiri da 2: 20/38 (53%)Tiri da 2: 24/43 (56%)
Tiri da 3: 12/27 (41%)Tiri da 3: 7/18 (39%)
Rimbalzi: 34 (23 difensivi, 11 offensivi)Rimbalzi: 31 (23 difensivi, 8 offensivi)

Arbitri: Belosevic (Serbia) – Panther (Germania) – Konstantinovs (Lituania)
Parziali: 19-29; 21-22; 19-17; 27-22

Fantastica, meravigliosa Olimpia! Milano fa l’impresa e sbanca Barcellona, reduce da 14 vittorie consecutive al Palau Blaugrana in EuroLeague. Quaranta minuti di grande basket, sempre avanti nel punteggio fino ad arrivare a 15 punti di vantaggio, Milano ha ben dosato grinta, lucidità e determinazione.

Strepitosa la partita di Devon Hall (21 punti con 6/7 da 2 e 2/3 dall’arco) e di Melli (16 punti, 6 rimbalzi e 3 assist), straordinario Diego Flaccadori, che nelle vesti di playmaker ha tirato fuori il meglio di sé così come perfetta è stata la partita di Shavon Shields, autore di 5 triple, 2 assist e 1 stoppata.

Un successo arrivato a sorpresa in un momento della stagione dove parlare di emergenza è un eufemismo. L’Olimpia dovrà fare a meno di Maodo Lo e Nikola Mirotic per almeno tre settimane, nella migliore delle ipotesi i due potranno rientrare non prima della partita contro l’Alba Berlino, in programma al Forum il 9 gennaio o due giorni dopo, l’11, quando a Milano sarà di scena la Stella Rossa Belgrado.

C’è necessità di tornare sul mercato, i tempi sono stretti e soprattutto occorre ponderare bene i passi. Non si tratta di andare a sistemare due tasselli per allargare il roster, bisogna individuare profili idonei a coprire i ruoli scoperti. A Barcellona la squadra è stata compatta e incisiva ma conservare questo passo senza disporre di tutte le pedine sulla scacchiera è un’impresa improba.

Barcellona Olimpia 2023-12-15

Splendida Olimpia, scatenato Shields, perfetto Melli

Primo quarto super dell’Olimpia. Dopo 5′ Milano conduce di 9 (10-19), vantaggio che lievita a+ 15 (12-27) con 6/12 da 3. Due triple di Voigtmann e tre di Shields, percorso netto di Melli autore di 7 punti.

La squadra gira che è una meraviglia, tra i catalani brilla solo Laprovittola. L’ingresso di Jokubaitis dà vivacità al gioco dei blaugrana ma i biancorossi tengono testa e conservano un margine di dodici punti di vantaggio (26-38). Il gioco in velocità degli uomini di Messina crea problemi alla difesa di casa, resta da vedere se Milano riuscirà a conservare questo ritmo per tutta la durata del match.

Già in doppia cifra Melli (12) e quando Shields mette dentro il quarto tiro dall’arco della serata uno sconsolato quanto stupito Grimau è costretto a chiamare timeout (30-43). I movimenti senza palla di Milano disorientano gli spagnoli che provano a risalire la china rimettendo sul parquet Kalinic.

Tiri ben costruiti, ottime chiusure difensive e dominio ai rimbalzi consentono all’Olimpia di tenere a distanza il Barcellona. Milano chiude il primo tempo 11 punti avanti (40-51) trascinata da uno strepitoso Shields con 17 punti e 5/7 da 3, ottimi anche Melli (12) e Hall (10).

Barcellona Olimpia 2023-12-15

Super Devon Hall, Milano espugna il Palau Blaugrana

Due palle perse in avvio di terzo quarto alimentano le speranze di rimonta dei catalani che accorciano a -7 (44-51). Il fallo tecnico chiamato a Satoranski sblocca l’attacco di Milano che segna i primi punti dopo quattro minuti e trova due canestri di fila con Flaccadori, brillante interprete nel ruolo di playmaker (51-58).

Nonostante 4 falli di Satoranski e 3 di Laprovittola il Barcellona produce il massimo sforzo ma lo 0/4 ai liberi dell’argentino e Nnaji consente agli ospiti di chiudere il terzo periodo avanti di 11 grazie al tiro sul fischio della sirena di Flaccadori (58-69).

Barcellona Olimpia 2023-12-15

Ultimi dieci minuti, Brizuela si prende il tiro da 3 punti e lo segna, sale la tensione in campo, il Palau Blaugrana è un catino assordante ma l’Olimpia non risente del clima incandescente, tiene i nervi saldi e la super tripla di Hall vale tre possessi di vantaggio a metà quarto (66-75).

Si rivede Laprovittola quando ormai i giochi sono fatti, Hall inchioda a canestro e il punto esclamativo al match lo mette Shields a 50″ dal termine (77-84). Il Barcellona ha poco da rimproverarsi, stasera Milano è stata superlativa e i prossimi due impegni casalinghi contro Villeurbanne e Panathinaikos possono far guadagnare posizioni in classifica.