Eco di Milano e Provincia
13.1 C
Milano
giovedì, Febbraio 29, 2024
eco
HomeSportPazza Inter, rimonta tre reti e al 95' sfiora il colpaccio

Pazza Inter, rimonta tre reti e al 95′ sfiora il colpaccio

BENFICA 3INTER 3
(4-2-3-1): Trubin; Aursnes, Otamendi, A. Silva, Morato; Florentino (79′ Kokcu), Neves; Di Maria (89′ Araujo), Rafa Silva, Joao Mario (54′ Chiquinho); Tengstedt (79′ Musa)(3-5-2): Audero; Bisseck, De Vrij (77′ Dimarco), Acerbi; Darmian (68′ Cuadrado), Frattesi, Asllani, Klaassen (68′ Barella), Carlos Augusto; Sanchez (80′ Lautaro), Arnautovic (68′ Thuram)
Allenatore: SchmidtAllenatore: Inzaghi
Marcatori: 5′, 12′, 34′ Joao MarioMarcatori: 52′ Arnautovic, 59′ Frattesi, 73′ Sanchez (rig.)
Note: Ammoniti Joao Mario, Morato, Espulso Antonio SilvaNote: Ammonito Cuadrado

Arbitro: Treimanis (Lettonia)
Assistenti: Spasennikovs – Gudermanis
IV uomo: Golubevs
Var: Bebek
Avar: Denkert

Al Da Luz di Lisbona finisce in parità tra Inter e Benfica. I nerazzurri sono in testa al gruppo F insieme alla Real Sociedad che ha pareggiato in casa con il Salisburgo ma la differenza reti parla a favore degli spagnoli. Pertanto, per conquistare il primo posto, la squadra di Inzaghi dovrà vincere il 12 dicembre al Meazza il confronto diretto con gli spagnoli.

È stata una gara dai due volti. Il primo tempo è stato dominato dai lusitani che hanno chiuso avanti di tre reti realizzate dall’ex Joao Mario. Nella ripresa è venuta fuori l’Inter che ha rischiato anche di vincere ma il tiro di Barella al 95′ si è stampato sul palo.

Benfica Inter 2023-11-29

La vendetta dell’ex: Joao Mario cala il tris

Inzaghi rivoluziona la squadra. In porta esordio in Champions per Audero, Bisseck compone il tridente difensivo con De Vrij e Acerbi, a centrocampo e in attacco spazio alle ‘seconde linee’.

Si mette subito in salita la partita per i nerazzurri, dopo dodici minuti il Benfica è già avanti di due reti. Entrambe le marcature sono confezionate sull’asse Tengstedt-Joao Mario, con il danese nella veste di assistman e l’ex Inter in quella di finalizzatore.

L’Inter annaspa, è in chiara difficoltà e riesce a creare solo una occasione con Arnautovic al 26′, l’austriaco spreca un assist al bacio di Frattesi calciando sul portiere in uscita. Il Benfica ringrazia e al 34′, complice un pasticcio difensivo con Bisseck che non copre sull’attaccante e Audero che resta fermo tra i pali, Joao Mario sbuca alle loro spalle e segna il più semplice dei gol.

Benfica Inter 2023-11-29

Secondo tempo favoloso, rimonta completata e sfiorata la vittoria

Cambia la musica nei secondi 45′. L’Inter parte lancia in resta e al 49′ Trubin vola per intercettare la conclusione di Carlos Augusto. Il Benfica soffre, arretra il raggio d’azione mentre i nerazzurri prendono a spingere con continuità e al 52′ Arnautovic accorcia le distanze raccogliendo sul primo palo una spizzata di Bisseck. L’arbitro annulla su segnalazione del guardalinee che sbandiera il fuorigioco dell’austriaco ma dopo il check var la rete viene convalidata.

Benfica Inter 2023-11-29

I padroni di casa accusano il colpo, Inzaghi sprona i suoi a riversarsi in avanti e al 59′ Frattesi riapre il match raccogliendo al centro dell’area di rigore il cross di Acerbi, prima di infilare Trubin con una mezza girata nell’angolo alla sua destra.

L’Inter pregusta il sapore della rimonta e lo si capisce in maniera lampante quando entrano sul terreno di gioco Cuadrado, Barella e Thuram. Dopo neanche un minuto dal loro ingresso, un evidente pestone di Otamendy su Thuram porta il direttore di gara a fischiare calcio di rigore. Dal dischetto va Sanchez che firma la parità.

Nel finale Audero salva su Di Maria ma l’occasione migliore è dei nerazzurri con Barella che al 5′ di recupero vede stamparsi sul palo un tiro destinato a miglior fortuna. Inter già qualificata agli ottavi di Champions League, ma occorre chiudere con una vittoria per garantirsi un avversario che non sia il Real Madrid, il Manchester City o il Bayern Monaco.

Articoli Correlati
sanificazione ambientale Eco di Milano e provincia

Popolari