HEADER DESK BOUSSO
0.4 C
Milano
giovedì, Febbraio 9, 2023
HomeCronacaRozzanoUn appello a Draghi per lo status di "Comune speciale"

Un appello a Draghi per lo status di “Comune speciale”

La richiesta è partita per le canoniche vie della politica ma il Sindaco Gianni Ferretti affida il messaggio anche ai social sul profilo Facebook del Comune di Rozzano.

L’obiettivo è ottenere un maggiore supporto economico perché “con i suoi 6 mila alloggi popolari – spiega Ferretti –, è l’unica realtà locale a livello europeo a dover gestire una tale dimensione abitativa di edilizia residenziale pubblica”.

Rozzano e l’edilizia popolare

Rozzano infatti ospita uno dei quartieri più importanti dell’Aler, ben 6219 unità immobiliari (fonte: Aler), poco meno del 10% di tutto il patrimonio dell’Azienda lombarda.

L’edilizia popolare sul Comune rappresenta la metà delle abitazioni sul territorio e circa il 40% della popolazione. Questa situazione, particolarissima, fa arrivare alle casse comunali un gettito Imu inadeguato che viene stimato dal primo cittadino come la metà rispetto a quello di altri Comuni della stessa dimensione.

Le preoccupazione del Sindaco

“Siamo chiamati a rispondere a bisogni di gran lunga superiori a quelli che il bilancio comunale può coprire – spiega il primo cittadino – vogliamo rispondere concretamente alle esigenze abitative e contrastare l’emarginazione ma con le attuali risorse non è possibile garantire l’equità sociale a cui miriamo poiché i fondi a disposizione coprono a malapena le esigenze di una minima parte della popolazione rozzanese più disagiata”.

Con la fine della pandemia, quando verranno meno le misure di sostegno dello Stato l’amministrazione comunale prevede che ci sarà un aumento delle problematiche sociali e si moltiplicheranno le richieste di aiuto. Aiuto che il Comune non sarà in grado di sostenere in toto.

“Occorre una misura per colmare il divario esistente con le altre realtà locali lombarde e per compensare almeno in parte il minor gettito Imu dovuto alla presenza di numerosi alloggi popolari, in una prospettiva di integrazione delle politiche per il welfare”.

Gianni Ferretti, Sindaco di Rozzano

“L’impegno – si legge nel post Facebook – è sul fronte dei servizi sociali. Solo nell’ultimo anno di emergenza Covid sono stati erogati oltre 5700 buoni spesa e centinaia di famiglie sono state aiutate con più di 4 mila pacchi alimentari. Sono stati assistiti quasi 600 minori, di cui un centinaio con affido diretto al Comune, molti anziani e persone con disabilità. L’amministrazione comunale ha sostenuto inoltre una spesa complessiva di oltre 600 mila euro per garantire agli alunni più fragili un adeguato sostegno alle attività scolastiche e l’88% delle ore desinate a questo servizio si è svolto nelle scuole del quartiere Aler che ospita ben tre strutture scolastiche delle quattro presenti sul territorio comunale”.

Articoli Correlati

Popolari