Adamantis cinematografica Srl ancora su il Set per una nuova produzione dal titolo La Cella per la regia di Roger Fratter gia’regista di Blu 38 con il quale ha vinto recentemente il Nez Film Festival di Calcutta (India).

Il cineasta Bergamasco ha diretto l’attore milanese Emanuele Carlo Ostuni in un prestigioso cameo nel ruolo di Enrico Poerio il Magistrato che indagherà su una misteriosa morte avvenuta proprio in una cella di una Questura.

I due avevano già collaborato in sala di doppiaggio in un precedente lungometraggio. Sul set fra gli altri anche Monika Malinowska, l’attrice piacentina Valentina Di Simone; Francesca Brusa Pasque’ e Giancarlo Mangione che per l’occasione ha abbandonato la sua abituale veste di sceneggiatore per quella di attore.

Il rapporto cinema Italiano e giustizia è generoso di titoli che hanno segnato soprattutto gli anni’70 epoca particolarmente fertile di sceneggiature di impegno sociale frutto di un clima rovente degli anni di piombo e la figura del Giudice è stata spesso spunto di soggetti a tema come In nome del popolo Italiano con Vittorio Gasmann e Ugo Tognazzi un giudice integerrimo alter ego del nostro mattatore nazionale alle prese con l’Italia del post boom economico dei grandi appalti per passare a Franco Nero in Perché si uccide un magistrato del 1975 per continuare in La scorta con Claudio Amendola e Enrico Lo Verso per citarne alcuni senza dimenticare Giovanni Falcone, Paolo Borsellino a cui furono dedicati diversi film e il Prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa in questo caso 100 giorni a Palermo di Giuseppe Ferrara.

Il capoluogo lombardo si conferma città ideale per noir a tinte forti e noi della redazione dell’Eco di Milano siamo ancora una volta testimoni della settima arte…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui