HEADER DESK COLORSHADE
15.5 C
Milano
domenica, Settembre 24, 2023
RFeditore
HomeCulturaEventi e spettacoliCuccagna Jazz Club riparte il 10 gennaio

Cuccagna Jazz Club riparte il 10 gennaio

Martedì 10 gennaio in scena la Raffaele Kohler Swing Band, poi spazio ad Alessandra Tumolillo e Nazareno Caputo.

Il Cuccagna Jazz Club di Milano, che con la rassegna “Il rito del Jazz” anima ogni martedì le serate del ristorante un posto a Milano, all’interno di Cascina Cuccagna, ospiterà quattro concerti nel mese di gennaio del nuovo anno tra Hot e Nu Jazz. Come sempre, è previsto un doppio set, il primo alle 19.30 e il secondo alle 21.30 (ingresso libero; prenotazioni: info@unpostoamilano.it; tel. 025457785).

Il programma di Cuccagna Jazz Club

Si partirà martedì 10 gennaio con il quartetto della Raffaele Kohler Swing Band, la formazione guidata dal funambolico trombettista milanese Raffaele Kohler, già fondatore degli Ottavo Richter e degli Slide Pistons. Insieme al leader, che durante il lockdown ha commosso tutti suonando «O mia bela Madunina» dalla sua finestra, si esibiranno Luciano Macchia (trombone), Francesco “Sandokan” Moglia (chitarra) e Giovanni Doneda (basso). Kohler e i suoi musicisti eseguiranno brani swing originali, italiani, americani, francesi e balcanici. 

Cuccagna Jazz Club riparte il 10 gennaio
Alessandra Tumolillo

Il jazz tradizionale, legato alla New Orleans delle marching band, sarà di scena la settimana successiva, martedì 17 gennaio, grazie ad Alessandra Tumolillo (voce e chitarra), Daniele Gregolin (chitarra manouche) e Gabriele Boggio Ferraris (vibrafono): il concerto sarà anche l’occasione per apprezzare le doti canore e le capacità interpretative di Alessandra Tumolillo, giovane cantautrice e chitarrrista napoletana considerata una delle artiste più promettenti della scena musicale italiana.

Infine, il 24 e il 31 gennaio, riflettori puntati sul vibrafonista e compositore Nazareno Caputo, talento emergente del jazz tricolore, premiato nel 2021 con il secondo posto nel prestigioso referendum “Top Jazz”indetto dalla rivista specializzata Musica Jazz. Nel corso di questi due appuntamenti, organizzati con il contributo di Nuovo Imaie, Caputo presenterà “Phylum”, il suo album d’esordio, meditativa ricerca all’interno della mutevolezza del suono. “Phylum” è un disco affascinante e coinvolgente, originalissimo e non facilmente riconducibile a un genere musicale ben definito.

Cuccagna Jazz Club riparte il 10 gennaio
Nazareno Caputo – Foto: Annamaria Kucchetti

Insieme a Nazareno Caputo, al contrabbassista Ferdinando Romano e al batterista Mattia Galeotti si esibirà, come special guest, la violinista Eloisa Manera, musicista con una solida formazione classica che nel corso della sua carriera ha sviluppato l’arte dell’improvvisazione, anche la più radicale. Moltissime e prestigiose le sue collaborazioni, tra cui spiccano quelle con Herbie Hancock, Ralph Alessi, Noa, Skin, Giovanni Sollima, Mario Brunello, Paolo Fresu ed Enrico Intra.

Cuccagna Jazz Club riparte il 10 gennaio
Eloisa Manera – Foto: MauAnd
Articoli Correlati

Popolari