eco
14.2 C
Milano
martedì, Maggio 21, 2024
eco
HomeCronacaLombardiaVinitaly: tutti i consorzi della Lombardia presenti alla 56^ edizione

Vinitaly: tutti i consorzi della Lombardia presenti alla 56^ edizione

Fontana: "Un patrimonio vitivinicolo unico per varietà e tipicità".

La Lombardia partecipa alla 56^ edizione del Vinitaly, in programma a Verona fino a mercoledì 17 aprile. Nel padiglione di circa 3.300 metri quadrati sono presenti tutti i consorzi lombardi con un ricco palinsesto di iniziative programmate.

Produttori, consorzi, associazioni e istituzioni si trovano, come da tradizione, nel “salotto buono” al secondo piano del PalaExpo, all’interno degli spazi espositivi finanziati e realizzati in accordo di programma da Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia.

Oltre 150 realtà presenti al Padiglione Lombardia del Vinitaly

Nei 3.300 metri quadrati di spazio occupati sono oltre 150 le realtà presenti in rappresentanza di tutto ciò che di meglio sa offrire il territorio lombardo, per un totale di oltre mille etichette in degustazione.

“I vini di Lombardia – ha commentato il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana – sono i migliori testimoni del saper fare delle nostre aziende e puntano sempre di più su un’offerta orientata alla qualità, come confermato anche nell’ultima vendemmia, che vede l’89% della produzione riconducibile alle 5 DOCG, 21 DOC e 15 IGT lombarde, contro una media nazionale del 77%”.

“Un’identità forte – ha proseguito il Governatore Fontana – che anche quest’anno fa del Padiglione Lombardia a Vinitaly una meta obbligata per gli appassionati e gli addetti ai lavori, che apprezzano un patrimonio vitivinicolo unico per varietà e tipicità, presente a Verona con la consapevolezza dei risultati raggiunti, ma anche con la voglia e le capacità di crescere ancora”. 

La Lombardia al Vinitaly 2024-04-15

I Consorzi presenti nel Padiglione Lombardia  sono i seguenti: Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, Ente Vini Bresciani, Consorzio Franciacorta, Consorzio Tutela Moscato di Scanzo, Consorzio Volontario Vino DOC San Colombano, Consorzio Montenetto, Consorzio Vini IGT Terre Lariane, Consorzio Vini Mantovani, Consorzio Tutela Lugana DOC, Consorzio Tutela Valcalepio, Consorzio Tutela Vini di Valtellina, Consorzio Valtènesi Riviera del Garda Classico e Produttori San Martino della Battaglia DOC, Consorzio Botticino DOC, Consorzio Tutela IGT Valcamonica.

Cresce l’export verso Francia, Spagna e Austria

La vendemmia 2023 si è chiusa con una produzione pari a 154 milioni di bottiglie potenziali (+9,2% rispetto al 2022), l’89% delle quali a marchio di qualità. “Anche quest’anno – dichiara l’assessore regionale all’Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste Alessandro Beduschi – il mondo del vino lombardo arriva a Vinitaly forte di un successo sempre più riconosciuto in Italia e nel mondo, come dimostra il nuovo record dell’export e la crescita su mercati storici come quelli di Germania (+6%), Francia (+14%) e Spagna (+8,2%), così come in altri Paesi che sempre di più apprezzano le nostre etichette. 

D’altra parte, le circa 3 mila aziende del comparto vitivinicolo lombardo, un quarto delle quali a guida femminile, sono espressione di un tessuto imprenditoriale estremamente vitale, la cui crescita produce benefici non solo in termini di fatturato, ma anche di occupazione.

Occupazione, trend in crescita

“Negli ultimi dieci anni l’occupazione nel settore ha mantenuto un trend in crescita arrivando a 6.381 addetti nel 2023, anche grazie al progressivo apprezzamento sui mercati esteri dei nostri vini (+3,1% l’export nel 2023, a fronte di un calo del -0,8% delle esportazioni italiane)”, ha sottolineato il presidente di Unioncamere Lombardia, Gian Domenico Auricchio.

“Inoltre, la Lombardia al Vinitaly è capofila in Italia quando si guarda all’adozione di nuove tecnologie e ricerca per migliorare la qualità delle produzioni, ridurre l’impronta carbonica e ottimizzare l’utilizzo delle risorse. La vitivinicoltura è uno degli ambiti in cui le sinergie tra mondo delle imprese, istituzioni e università trovano la loro massima espressione”.

Proprio per valorizzare il lavoro del mondo vitivinicolo lombardo, anche quest’anno Ascovilo (l’associazione dei Consorzi Vitivinicoli Lombardi) è presente nel Padiglione Lombardia con uno spazio Lounge per B2B e stampa e con una proposta culturale dedicata ai vini di Lombardia nella Sala polivalente – Stand D14 – al secondo Piano del PalaExpo.

“Ascovilo è l’associazione di ben 13 Consorzi di Tutela della qualità dei vini di Lombardia, nata nel 1977 e mai come oggi necessaria per dare al vino regionale una immagine coordinata”, ha sottolineato Giovanna Prandini, presidente di Ascovilo.

Articoli Correlati
sanificazione ambientale Eco di Milano e provincia

Popolari