MILAN 4UDINESE 2
(4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Hernandez; Bennacer, Krunic (84′ Pobega); Messias (71′ De Ketelaere), Diaz (71′ Saelemaekers), Leao (84′ Origi) ; Rebic (71′ Giroud).(3-5-2): Silvestri; Becão, Nehuen, Perez (67′ Ebosse); Soppy, Makengo (71′ Lovric), Walace (71′ Samardzic), Pereyra, Masina (83′ Ebosele); Success (67′ Beto), Deulofeu
Allenatore: PioliAllenatore: Sottil
Marcatori: 11′ Theo Hernandez (rig.), 15′ e 69′ Rebic, 46′ DiazMarcatori: 2′ Becão, 45+4 Masina
Note: Ammonito KrunicNote: Ammoniti Soppy, Becão, Perez

Arbitro: Marinelli di Tivoli
Assistenti: Bottegoni – Galetto
IV Uomo: Gariglio
Var: Mazzoleni
Avar: Bresmes

Il Milan inizia con una vittoria contro l’Udinese, quattro le reti messe a segno dalla squadra di Pioli con doppietta firmata da Ante Rebic. Il croato schierato dall’inizio al posto dell’acciaccato Giroud è stato il migliore in campo, non solo per i due gol messi a segno ma soprattutto perché è entrato sempre nel vivo della manovra. Successo meritato ma non agevole quello dei rossoneri colpiti a freddo dopo appena due minuti dal fischio d’inizio dalla rete di Becão.

Prima dell’avvio della partita le due squadre hanno osservato un minuto di raccoglimento per ricordare Villiam Vecchi, ex portiere e preparatore del Milan che è sceso in campo con il lutto al braccio.

Milano deserta, San Siro gremito. Altissimo l’entusiasmo che circonda i Campioni d’Italia che non hanno deluso gli oltre 70mila spettatori. Esordio in casa rossonera per De Ketelaere e Origi entrati nella ripresa insieme a Pobega e Saelemaekers. Milan senza Ibrahimovic e Tonali. Giroud ha recuperato ma va in panchina. Al suo posto gioca Rebic.

Nell’Udinese Masina rimpiazza Udogie acquistato dal Tottenham. L’esterno ha firmato un quinquennale e lunedì sarà a Londra per sottoporsi alle visite mediche ma resterà fino al termine della stagione in Friuli. Operazione conclusa per 18 milioni di euro più 8 di bonus.

Doccia ghiacciata per il Diavolo, Udinese avanti dopo 90 secondi con Becão

Parte forte l’Udinese che dopo 90″ passa in vantaggio con un colpo di testa di Becão, abile a prendere il tempo su Rebic e Leao e battere l’incolpevole Maignan. Perfetto il corner battuto da Deulofeu ma la coppia rossonera non è esente da colpe.

Immediata reazione dei rossoneri, Hernandez firma il pareggio dal dischetto

Doccia fredda per Pioli e partita che si mette in salita per i rossoneri. L’undici di casa si affaccia al 5′ nell’area di rigore avversaria con un traversone di Hernandez per Rebic anticipato da Silvestri in uscita e al 10′ Marinelli concede un calcio di rigore ai padroni di casa per un fallo di Soppy su Calabria. Il direttore di gara, richiamato al Var da Mazzoleni, dopo aver visto le immagini al monitor concede la massima punizione. Dal dischetto va Theo Hernandez che spiazza Silvestri calciando alla sua destra.

Il Milan mette la freccia, Rebic sigla il raddoppio

Ristabilita la parità il Milan spinge a piè sospinto e al quarto d’ora Calabria dalla destra mette al centro per l’accorrente Rebic che di piatto destro gira di prima intenzione centrando la porta. Dopo 15 minuti già tre reti, dopo lo spavento iniziale i padroni di casa guadagnano campo costringendo i friulani a indietreggiare il baricentro.

Milan Udinese

Fa caldo a San Siro, al 25′ i giocatori ne approfittano per dissetarsi durante il cooling break. Bevande che sembrano dare una carica in più agli ospiti. Al 28′ Soppy lancia lungo, Tomori è tagliato fuori con Deulofeu che si avvia solitario verso la porta e solo un intervento strepitoso di Kalulu interrompe il contropiede dello spagnolo.

Il Milan controlla la gara ma nel recupero arriva il pari realizzato da Masina

Il Milan colleziona calci d’angolo, i rossoneri attaccano la profondità e dialogano in spazi stretti. La manovra è fluida, Calabria e Rebic sono tra i protagonisti ma il caldo e l’umidità sono due spine nel fianco per entrambe le compagini.

Negli ultimi dieci minuti del primo tempo cala il ritmo di gioco ma non cambia l’assetto di gara. Rossoneri padroni del campo mentre gli ospiti provano a ripartire sempre sulla fascia destra ma con scarsi risultati. Al 44′ Silvestri respinge con i pugni un cross di Messias per Rebic ma all’ultimo secondo dei quattro minuti di recupero arriva la beffa per il Milan, raggiunto sul pareggio da un bel colpo di testa di Masina che supera Maignan .

Milan Udinese

Pasticcio della difesa friulana, Diaz riporta avanti i rossoneri poi Rebic chiude i conti

Finale di tempo incandescente e avvio di ripresa che non è da meno. Al 46′ i rossoneri passano di nuovo in vantaggio con Brahim Diaz, complice la difesa bianconera che combina la frittata e consente allo spagnolo di mettere in porta da posizione comoda. È una partita intensa e combattuta, l’Udinese non ci sta a fare la vittima sacrificale e al 52′ Success anticipa Maignan ma non trova la porta.

Gli ospiti costruiscono un’altra azione pericolosa al 59′ ma Deulofeu pecca nel controllo palla e non può calciare. Sottil manda in campo Beto al posto di Success ed Ebesse per Perez ma al 69′ il Milan cala il poker. Azione insistita di Messias sulla corsia di destra, la palla arriva a Diaz che serve al centro dell’area Rebic che realizza la doppietta.

Milan Udinese

Pioli e Sottil danno il via a una girandola di sostituzioni, ormai i tre punti sono in cascina per i rossoneri. Domenica prossima il Milan è impegnato nel posticipo serale a Bergamo contro l’Atalanta, che ha espugnato il campo di Marassi battendo la Sampdoria 2 a 0.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui