RFeditore
29.7 C
Milano
mercoledì, Agosto 10, 2022
HEADER DESK COLORSHADE
HomeSportL'Olimpia travolge Brindisi e conquista la decima vittoria in campionato

L’Olimpia travolge Brindisi e conquista la decima vittoria in campionato

HAPPY CASA BRINDISI 53OLIMPIA MILANO 79
Clark 4, Adrian 9, J.Perkins 8, Visconti 2, N.Perkins 5, De Donno, Gaspardo 9, Zanelli, Guido, Chappell 13, Udom 3, CarterMelli 7, Rodriguez 9, Ricci 5, Biligha 2, Hall 16, Delaney 13, Shields 8, Alviti, Hines 6, Datome, Bentil 10, Baldasso 3
Allenatore: VitucciAllenatore: Messina
Tiri liberi: 6/13Tiri liberi: 13/16
Tiri da 2: 13/30Tiri da 2: 18/30
Tiri da 3: 7/25Tiri da 3: 10/27

Arbitri: Mazzoni, Atttard, Dori
Parziali: 21-9; 6-18; 13-22; 13-30

Un’Olimpia dai due volti passa a Brindisi e mette a segno la decima vittoria della stagione in campionato. Milano viaggia a punteggio pieno ma ancora stenta a trovare la continuità di gioco per l’intera partita.

Dopo un primo quarto da dimenticare – con Brindisi che ha giocato in modo sontuoso – l’Olimpia riordina le idee nel secondo per poi ritrovare il filo del gioco nel terzo quarto e dilagare negli ultimi dieci minuti mettendo a segno ben 30 punti. Una prova di forza straordinaria, ove mai ce ne fosse bisogno, ottenuta su un campo difficile contro una squadra che nella scorsa stagione si era imposta nelle due partite. MVP della gara è Devon Hall che ha chiuso con 16 punti, 4/5 da tre e 5 rimbalzi.

Olimpia Brindisi 5.12.21
Devon Hall

Partenza sprint di Brindisi avanti di 12 a fine primo quarto

Messina parte con Datome, Delaney, Shields, Hines e Melli che non riescono a contenere la furia iniziale dei pugliesi. Cinque triple firmate Josh Parkins, Adrian, Chappell (2) e Gaspardo portano avanti Brindisi di undici (15-4). Un dato non sorprendente, considerato che i pugliesi hanno la leadership del campionato nel tiro da tre (42%).

Datome commette il secondo fallo e Bentil fa il suo esordio in campionato. Messina sprona i suoi dalla panchina e manda Rodriguez sul parquet. Il Chacho realizza subito una tripla allungando il parziale di Milano a 5-0 (15-9). Non si fa attendere la replica di Brindisi che piazza un controparziale di 6-0 e il primo quarto si chiude con i pugliesi avanti di 12 (21-9).

Milano agguanta la parità, punteggio basso al PalaPentassuglia

Due triple di Hall riportano Milano a quattro lunghezze da Brindisi (23-19). La circolazione di palla inizia a essere più fluida e i padroni di casa subiscono la pressione e l’intensità di gioco dell’Olimpia. Hines riapre i giochi (23-21) e il parziale di 8-0 manda in confusione Brindisi che non fa più centro dalla distanza e ha difficoltà ad arrivare a canestro.

Gira tutto male a Brindisi che non riesce a bucare la retina milanese per sette, lunghi minuti, fino a quando Clark non realizza il canestro del pareggio (25-25). Esordio anche per Baldasso a 6″ dal fischio della sirena del primo tempo.

Si va al riposo sul 27 pari con Milano che è riuscita a ricucire il divario del primo tempo grazie a Hall e Melli. Bentil si è dato da fare mentre Shields non è ancora entrato in partita. Opache le prestazioni di Delaney (che si riscatterà ampiamente nel secondo tempo) e Rodriguez (1/3 dalla distanza e 0 assist). La rimonta dell’Olimpia è partita dalla difesa ma le tante palle perse e la serata no nel tiro da fuori (3/13, era 1/9 nel primo quarto) hanno portato a un misero bottino di appena 27 punti.

L’Olimpia accende i motori, la difesa sale in cattedra

Nel secondo tempo si sblocca finalmente Shields e con la bomba di Hall Milano va a +4 (33-37). Gli arbitri fischiano un fallo tecnico a Melli con Brindisi che sfrutta male l’opportunità sprecando prima il libero, poi perdendo palla per un fallo di Nick Perkins. L’inerzia è ora favorevole a Milano con Delaney che esce dal limbo e realizza la bomba del 35-42. È tutta un’altra Olimpia quella che è rientrata in campo dagli spogliatoi: precisa al tiro, robusta in difesa, energica e lucida nella fase di costruzione. Crollano le percentuali di Brindisi, Clark gioca acciaccato in seguito a una botta ala caviglia, Chappell e Josh Perkins si perdono nelle maglie della difesa milanese.

Bentil si conferma un ottimo acquisto, gioca a proprio agio e porta a dodici il vantaggio dell’Olimpia (35-47). Il PalaPentassuglia spinge la squadra e Brindisi risponde all’invito del pubblico realizzando cinque punti di fila (40-47).

Brindisi scompare dal campo, Milano mette la freccia e scappa

L’ultimo quarto inizia con Milano avanti di nove (40-49). Ricci mette dentro la bomba del +12 (40-52), pronta la risposta di Mattia Udom, reduce dall’esordio in nazionale, che riporta Brindisi a 9 punti di distacco (43-52). Tre canestri consecutivi di Rodriguez avviano Milano verso la vittoria (44-58), la sensazione è che Brindisi abbia mollato gli ormeggi e alzato bandiera bianca. Il Chacho avanza senza problemi nella prateria pugliese, per lo spagnolo è un gioco da ragazzi andare a canestro. Brindisi non c’è più e Devon Hall mette la parola fine alla gara (54-60). Nick Perkins è fermo a 5 punti, in media realizza 18 punti a partita.

Bene Bentil e Delaney, primi punti per Baldasso

Melli lascia anzitempo il campo per un colpo al volto, nulla di grave ma non è il caso di far stare in campo il capitano a punteggio acquisito. Hall porta a + 20 Milano (46-66). Nel finale Messina manda sul parquet Alviti, Biligha e Baldasso, che subito realizza il suo primo canestro in serie A (51-75). Finisce 53-79, Brindisi esce dal campo battuta con un punteggio forse un po’ severo ma che nel complesso rispecchia i valori espressi in campo dalla due compagini.

I pugliesi hanno chiuso con 7/25 da tre, dopo che avevano realizzato cinque bombe consecutive nel primo quarto. Quando Milano difende con ordine e aggressività non ce n’è per nessuno, anche il miglior attacco deve arrendersi dinanzi ad una difesa perfetta.

Articoli Correlati

Popolari