GIVOVA SCAFATI 66EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 75
Lamb 16, Thompson 6, Pinkins 12, Henry 15, Stone 5, Monaldi 3, Landi, De Laurentis 7, Ikangi 2, Caiazza, MorbilloDavies 16, Pangos 9, Tonut 5, Melli 13, Shields 5, Hall 5, Baron 8, Ricci 2, Voigtmann 5, Alviti 2, Biligha 5, Miccoli
Allenatore: RossiAllenatore: Messina
Tiri liberi: 16/21 (76%)Tiri liberi: 13/15 (87%)
Tiri da 2: 10/27 (37%)Tiri da 2: 22/43 (51%)
Tiri da 3: 10/30 (33%)Tiri da 3: 6/17 (53%)

Arbitri: Mazzoni – Quarta – Valzani
Parziali: 25-33; 15-22; 12-14; 14-6

Dopo un avvio all’insegna del brivido l’Olimpia archivia con successo la pratica Scafati. Non si è vista ancora la miglior Milano ma per oliare i meccanismi ci vuol tempo e la sensazione è che il lavoro settimanale impostato da Messina stia iniziando a dare i suoi frutti. L’intero roster è andato a punti con la sola eccezione del giovane Miccoli che non ha fatto ingresso sul parquet.

Certo, permangono alcuni dati anomali come quello, ad esempio, relativo ai tiri dall’arco. L’EA7 ha realizzato 6 canestri su altrettanti tentativi nel primo quarto, poi ha fallito i successivi 11. Quanto alle certezza vi è la difesa, l’anello forte dell’intero meccanismo di gioco che ha ceduto solo nei primi 10′ mentre nei successivi tre parziali ha concesso a Scafati non più di 15 punti (secondo quarto).

Si è mosso bene Shields al rientro (5 punti, 6 assist e altrettanti rimbalzi), così come Pangos che ha chiuso con 7 punti e 6 assist e Brandon Davies, top scorer dell’Olimpia con 16. Ma ancora una volta il re della serata porta il nome di Nicolò Melli. Al di là dei numeri (13 punti, 2/3 da 2, 2/2 da 3, 3/3 dalla lunetta, 5 rimbalzi difensivi e 2 assist) il capitano ha frenato la travolgente avanzata della Givova nei minuti iniziali dando il là alla rimonta che ha fruttato ben 33 punti nel primo quarto.

Dopo due giornate Milano è a punteggio pieno, il prossimo impegno è domenica (ore 16) al Cesare Rubini Court contro l’Happy Casa Brindisi.

Non abbiamo ancora  trovato un quintetto iniziale che ci dia tranquillità – ha detto Messina a fine gara. Abbiamo però avuto una bellissima reazione, Kevin Pangos ha tenuto bene in mano la squadra e abbiamo allungato. Nel secondo tempo credo sia venuta fuori un po’ di stanchezza, abbiamo anche sbagliato tanti tiri aperti, ma se il vantaggio è diminuito è stato anche per meriti loro“.

Olimpia Scafati 22-10-09

Riposano Deshaun Thomas e Hines, si rivede in campo Shields

Messina fa riposare Deshaun Thomas e Kyle Hines. Assenti Mitrou-Long, Baldasso e l’ex Gigi Datome, 48 presenze nel periodo 2006/2008 con la maglia di Scafati. Nel roster milanese è presente Samuele Miccoli, nazionale under 16. La gara si svolge al PalaBarbuto di Napoli a causa dei lavori in corso al PalaMangano.

Primo quarto pirotecnico. Sotto di 11 l’EA7 chiude 8 punti avanti

Parte forte la Givova con due triple messe a segno da Myke Henry e un canestro dal campo di Lamb (8-0). Tonut muove il tabellino per l’Olimpia ma prima Thompson poi Pinkins dall’arco producono un nuovo strappo per il + 11 Givova (13-2).

Armani in evidente difficoltà e allora è Melli a provare a cambiar ritmo con una bomba. Il capitano dà il via alla rimonta di Milano e con due triple di Pangos e cinque punti consecutivi del reggiano l’Armani piazza un parziale di 8-0 portandosi a sole due lunghezze (15-13).

Olimpia Scafati 22-10-09

Melli “on fire”, vien da dire, già arrivato in doppia cifra (11 punti) con l’Olimpia che per la prima volta va avanti (17-18). Messina manda sul parquet Voigtmann al suo posto e il tedesco si presenta con una schiacciata e un tiro dai 6.25 firmando 5 punti di seguito per il + 7 Olimpia (19-26).

Prova a rientrare in partita Scafati che si affida a Pinkins e al nuovo entrato De Laurentis, autore di 5 punti (25-31). Il primo quarto si chiude con Milano avanti di 8 (25-33), punteggio pirotecnico e Olimpia spettacolare dopo un avvio che non lasciava presagire una reazione così esplosiva.

Milano allunga, all’intervallo +15 Olimpia

Monaldi firma i primi punti personali con una tripla, immediata la risposta della squadra di Messina che incrementa il vantaggio e vola a +15 (30-45). Se la prima frazione di gioco ha visto un Melli soverchiante adesso è Billy Baron ha dominare la scena con Shields che segna i primi 4 punti della stagione.

L’Olimpia dilaga (32-53) e Messina manda in campo Alviti e Biligha. Rotazioni che tornano utili in chiave Eurolega con Milano che venerdì sera ospita l’Alba Berlino. La Givova è in bambola, Pinkins continua nel suo show dall’arco (3/3) ma l’americano da solo può far ben poco. Netta la differenza di valori in campo, si va al riposo lungo con l’Armani a +15 (40-55).

Olimpia Scafati 22-10-09

Cala il ritmo ma cresce il vantaggio dell’Armani

Due canestri di seguito di Henry e uno di Pinkins aprono il terzo quarto (46-55). Parziale di 6-0 per Scafati che dà segnali di risveglio mentre eloquente è il volto di Messina. Dopo un primo tempo intenso e godibilissimo cala il ritmo con Milano che trova i primi due punti del quarto dopo quattro minuti (48-57).

Tonut realizza uno dei due liberi a disposizione, Davies raggiunge la doppia cifra e l’Olimpia riguadagna un congruo vantaggio (52-69). Quattordici i punti a referto nel terzo quarto per Milano, due di meno – 12 – quelli di Scafati, con Davies che realizza 3 canestri consecutivi e raggiunge i 16 punti mentre tra i campani Henry arriva a quota 15.

Olimpia Scafati 22-10-09

Ultimo parziale blando, Milano gestisce il vantaggio

Dopo due minuti durante i quali nessuna delle due squadre buca la retina ci pensa la Givova a dare un’accelerata al quarto finale con un parziale di 8-4 (60-73), con Milano che manda a punti Pangos e Tonut. Arrivano i primi due punti anche per Pippo Ricci, sull’altro fronte Lamb si erge a protagonista, l’americano con cittadinanza panamense raggiunge Davies con un bottino di 16 punti.

L’EA7 dosa le energie, evita forzature e a 60″ dal fischio della sirena è avanti di 10 (66-75). Non accade più nulla, Milano viaggia a punteggio pieno, adesso testa all’Eurolega.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui