EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 98PALLACANESTRO TRIESTE 81
Davies 16, Pangos 12, Melli 7, Hall 18, Alviti, Thomas 2, Mitrou-Long 23, Ricci 5, Billiga 6, Voigtmann 7, Baldasso, Miccoli 2Gaines 12, Pacher 10, Davis 10, Spencer 2, Bartley 28, Deangeli 2, Vildera 9, Bossi 5, Rolli, Campogrande, Lever 3
Allenatore: MessinaAllenatore: Legovich
Tiri liberi: 10/10 (100%)Tiri liberi: 8/10 (80%)
Tiri da 2: 20/42 (48%)Tiri da 2: 17/31 (55%)
Tiri da 3: 16/37 (43%)Tiri da 3: 13/30 (43%)

Arbitri: Baldini – Borgioni – Cadani
Parziali: 25-19; 13-23; 27-15; 33-24

L‘Olimpia vince la quarta gara di fila al Forum – la 26esima nel campionato italiano considerando anche la passata stagione – battendo Trieste che ha dato del filo da torcere nel primo tempo chiuso avanti di 4 punti. La svolta è arrivata al rientro in campo dall’intervallo quando Milano ha alzato le percentuali al tiro e ha chiuso gli spazi in difesa, costringendo i friulani ad affidarsi alle mani calde di Frank Bartley che ha chiuso con 28 punti e 8 rimbalzi.

La guardia di Trieste e Mitrou-Long si dividono il titolo di mvp della serata. Il playmaker canadese con cittadinanza greca ha sfoderato un’altra brillante prestazione: 23 punti con 7/12 da 3, 7 rimbalzi e 5 assist, insieme a lui va sottolineata la soddisfacente prova di Brandon Davies (6/10 da 2, 4/4 ai liberi e 7 rimbalzi) e quella di Devon Hall che ha ritrovato con regolarità la via del canestro mettendo a segno 3 triple su 4.

Da segnalare anche l’ottima prova di Paul Biligha, autentico baluardo difensivo nei due parziali finali (6 rimbalzi) mentre Pangos manca ancora di quella continuità che ci si aspetta da un giocatore del suo rango (2/5 da 2, 2/6 da 3, 5 assist). Adesso si attende di vedere in campo il neoacquisto Tim Luwawu-Cabarrot, appena arrivato a Milano, in attesa di essere tesserato e che potrebbe debuttare domenica prossima a Treviso.

Messina: “Dobbiamo giocare sciolti come nel secondo tempo”

“Spero che il secondo tempo aiuti la squadra a sbloccarsi. Avevamo bisogno di alzare le percentuali di tiro, segnare, ho visto che abbiamo finito con 24 assist. Quando fai canestro ovviamente i buoni passaggi diventano assist. Spero che questo ci aiuti. Mitrou-Long? Non mi aspettavo un impatto del genere così in fretta. È un giocatore che ci dà tanta energia, e la trasmette alla squadra, al pubblico”.

Messina ha fatto il punto anche sugli infortunati. “Shields entro fine mese farà un controllo e speriamo che gli consente di cominciare la riabilitazione vera e propria. Non si parla di rivederlo prima del nuovo anno. Gigi ha avuto un virus che l’ha sdraiato e adesso non è ancora in grado di riprendere a fare del lavoro vero. Tonut dovrebbe tornare nella prima metà di dicembre, un mese dopo l’infortunio. Billy Baron invece è l’unico che abbia già fatto qualcosa. Se va tutto bene, potrebbe ripartire domenica prossima a Treviso. Gli assenti oggi erano un bel quintetto, un quintetto che può giocare partite di EuroLeague”.

Quanto a Luwawu-Cabarrot “è un giocatore che può aiutarci, occupa il ruolo naturale di Shavon Shields e Gigi Datome: dovrebbe consentirci di superare questo momento in cui non abbiamo nessuno dei due”.

Olimpia Trieste 2022-11-20

Davies e Pangos danno il ritmo all’Olimpia che chiude a +6 il primo parziale

Trascinata da Devon Hall e Kevin Pangos l’Olimpia tenta il primo allungo (14-7) ma la risposta di Trieste è fulminea e con due triple di Gaines e Bartley arresta la fuga di Milano (14-13). Brandon Davies prova a respingere al mittente le (giuste) critiche piovute fin qui e con 3/4 da 2 riporta a +9 il margine di vantaggio (25-16) con il contributo di Voigtmann autore di 5 punti in due minuti.

Il primo quarto si chiude con il tiro dall’arco di Pacher (25-19) ma l’Olimpia gioca di squadra con già sei giocatori andati a canestro.

Si spegne la luce in casa Olimpia che va al riposo sotto di 4 (38-42)

Con 5 punti, 2 assist e 4 rimbalzi difensivi entra in scena Mitrou-Long, giocatore che come ha ben sottolineato Ettore Messina sta crescendo partita dopo partita. Trieste, però, è avversario tenace che vuole restare in partita e con un Bartley in grande spolvero trova la parità a metà quarto (30-30).

L’EA7 accusa un momento di sbandamento, le percentuali al tiro scendono verso il basso, la retina friulana resta inviolata per più di tre minuti e allora ci pensa Pacher a infilare la seconda tripla personale che porta avanti Trieste (30-33). Parziale di 18-7 per gli ospiti che costruiscono con lucidità e trovano due canestri consecutivi con Frank Bartley per il massimo vantaggio (32-37).

Si spegne la luce in casa Olimpia che ancora una volta trova in Mitrou-Long l’ancora di salvezza per risalire la china (38-39) ma Bartley è immarcabile e manda al riposo lungo Trieste avanti di quattro lunghezze (38-42).

Olimpia Trieste 2022-11-20

Mitrou-Long e Biligha spingono l’EA7 verso la vittoria

Il terzo quarto è quello che imprime l’accelerazione decisiva verso la vittoria. Due canestri di Pangos riportano avanti Milano, un cambio di rotta illusorio perché Trieste è più viva che mai e risponde punto a punto ai tentativi dei giocatori di casa di voler chiudere i conti. Ci vuole qualcuno che pigi sull’acceleratore per imprimere la velocità necessaria verso la vittoria e quel qualcuno risponde al nome di Mitrou-Long che con due triple e la schiacciata di Biligha sull’alley-oop di Pangos dà la spinta giusta.

L’Olimpia chiude il terzo quarto a + 8 (65-57) e l’8-0 di parziale nel finale è il segnale che la squadra ha ritrovato la compattezza giusta e la visione di gioco per portare a casa i due punti.

Olimpia Trieste 2022-11-20

L’Olimpia chiude in crescendo, primo canestro in serie A per Samuele Miccoli

L’Olimpia sembra aver svoltato, dopo un terzo quarto che ha riportato alla memoria quelli della passata stagione la squadra di Messina tiene a distanza gli avversari e a 6′ dal termine vola a +16 (80-64). Sulla sponda opposta solo Bartley viaggia a vele spiegate, la guardia della Lousiana sale a quota 22, segna da ogni zona del campo e domina sotto canestro.

Strepitosi Devon Hall che trova la quarta bomba su cinque tentativi e Mitrou-Long che piazza due triple consecutive e sale a quota 23. Messina gioca con un quintetto inedito formato da Mitrou-Long, Ricci, Biligha, Hall e Voigtmann e con questi giocatori il vantaggio lievita fino a raggiungere il +20 (92-72).

Legovich già pensa al prossimo impegno e richiama in panchina Pacher, Bartley e Spencer mente Messina concede il riposo a Mitrou-Long e Hall inserendo Alviti e Baldasso. L’ultimo canestro è firmato da Samuele Miccoli ai suoi primi punti in serie A che mette la ciliegina sulla vittoria dell’Olimpia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui