L’Italia del Bonfiglio si aggrappa a Niccolò Ciaravella

Tutti fuori gli altri azzurri in gara. Avanti i big, il campione in carica Bueno ha sconfitto Cinà.

0
119
Bonfiglio tennis
Niccolò Ciavarella è l'unico italiano rimasto in gara nel singolare. Partito dalle qualificazioni ha già vinto quattro incontri (foto Francesco Panunzio)

Le speranze italiane nel 62° Trofeo Bonfiglio sono riposte in un’unica racchetta. È quella arancione di Niccolò Ciavarella, che dopo la giornata di martedì è il solo azzurro rimasto in corsa in singolare, come pure quello capace di vincere più incontri, visto che il suo cammino al Tennis Club Milano Alberto Bonacossa è iniziato sabato dalle qualificazioni. Con tre successi, si è guadagnato un posto nel tabellone principale, e col quarto ha agguantato il secondo turno superando un avversario difficile come il thailandese Tanapatt Nirundorn, numero 55 della classifica mondiale juniores.

Tuttavia, al di là del suo valore in termini di ranking, il giocatore asiatico si è rivelato complicato da affrontare per via di uno stile di gioco interamente incentrato sull’attacco. A suon di serve&volley e discese a rete, dopo la risposta è riuscito a mandare nel pallone il romano, in particolare nella fase centrale del secondo set, che ha visto Ciavarella smarrire un break di vantaggio e trovarsi costretto ad annullare un set-point, nel decimo game.

Ciavarella ha superato Nirundorn, oggi scende in campo contro il lituano Gaubas

Nel momento più difficile, il romano classe 2004 è riuscito però a tenere i nervi saldi, riordinando le idee e vincendo gli ultimi tre giochi della contesa, siglando il 6-4 7-5 che gli è valso la sfida di oggi contro il lituano Vilius Gaubas, a segno lunedì sul francese Inchauspe.

Un avversario, Gaubas, che Ciavarella conosce bene: i due si sono affrontati meno di un anno fa a Charleroi (Belgio), con vittoria al terzo set del giocatore dell’Est Europa, peraltro dopo che il laziale aveva vinto il primo parziale con un secco 6-0. Vuol dire che il divario fra i due non è così ampio come suggerisce la classifica Itf, quindi sulla terra di via Arimondi può esserci partita, con la speranza di portare una bandiera italiana agli ottavi.

Carboni sconfitto dalla testa di serie n.1, Vallejo; Cinà dal campione in carica, Bueno

Un compito, quest’ultimo, mancato dai quattro azzurri che si erano guadagnati il secondo turno già lunedì. Chiamati in campo all’indomani per il secondo round, nessuno era favorito e tutti si sono arresi ai rispettivi rivali, ma lasciando comunque ottime indicazioni.

Le più preziose sono arrivate dal sardo Lorenzo Carboni, capace di giocare alla pari per tre set col numero 2 del mondo (e prima testa di serie del Bonfiglio) Daniel Vallejo, costretto a tirare fuori gli artigli per non cadere prima del previsto e promosso alla distanza per 4-6 6-4 6-4. Buone prove anche per Federico Bondioli (battuto 6-2 2-6 6-1 dallo slovacco Privara) e per il 15enne Federico Cinà (superato per 6-3 6-3 dal campione in carica Gonzalo Bueno), mentre ha raccolto poco Giacomo Nosei.

Bonfiglio Tennis
La belga Sofia Costoulas, prima testa di serie, al Bonfiglio non si gioca solo il titolo ma anche la possibilità di diventare numero uno della classifica mondiale juniores. Ha esordito battendo l’argentina Peyre (foto Francesco Panunzio)

Al Bonfiglio niente da fare per le italiane, avanza con qualche brivido la belga Costoulas

Niente da fare anche per le ragazze azzurre in gara nel primo turno: hanno incamerato un solo set in cinque incontri, quello vinto dalla friulana Margherita Marcon nel duello perso per 6-2 5-7 6-3 contro la belga Lambrecht. Fra le big del tabellone femminile, esordio con un piccolo brivido per la numero uno Sofia Costoulas, che al Bonfiglio si gioca anche le chance di diventare numero uno del mondo.

La belga ha dovuto salvare due set-point all’argentina Peyre, nel match chiuso per 6-2 7-6. Ha vinto con lo stesso punteggio anche la n.2 del seeding Diana Shnaider, mentre la prima big già agli ottavi è la 16enne statunitense Liv Hovde, capace di lasciare per strada appena cinque game nelle prime due uscite a Milano. Un rendimento che sa di monito per le dirette concorrenti.

Stamane si parte alle 10.30, con il programma ancora spalmato su ben 10 campi. Prevista la parte rimanente degli incontri di secondo turno dei singolari (8 maschili, 11 femminili), più gli ottavi di finale dei doppi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui