eco
19.8 C
Milano
sabato, Giugno 22, 2024
Eco di Milano e Provincia
HomeAttualitàUltima Generazione dovrà pagare i danni per l'imbrattamento dell'Arco della Pace

Ultima Generazione dovrà pagare i danni per l’imbrattamento dell’Arco della Pace

Il messaggio del ministro della cultura Gennaro Sangiuliano agli attivisti di Ultima Generazione è chiaro: “Chi danneggia, paga”.

Sono trascorsi due giorni dall’azione degli attivisti, e al momento sono in corso le valutazioni dei danni. Dall’ispezione è emerso che il monumento dovrà essere restaurato; le semplici idropulitrici non saranno sufficienti a rimuovere le tracce lasciate dai vandali del clima.

Inoltre, con la nuova norma che entrerà in vigore nelle prossime settimane, il costo del restauro sarà addebitato a coloro che hanno compiuto l’attacco.

“L’attacco degli eco-vandali all’Arco della Pace di Milano rappresenta l’ennesima azione sconsiderata da parte di coloro che, pur affermando di voler difendere il Pianeta, danneggiano monumenti di rilevanza nel nostro patrimonio culturale. È inaccettabile e irresponsabile mostrare atteggiamenti cedevoli, se non addirittura compiacenti, nei loro confronti”, ha dichiarato il ministro della cultura Giuliano Sangiuliano.

“Tra qualche settimana, dopo l’approvazione definitiva da parte della Camera, diventerà legge dello Stato una norma che consentirà di far pagare ai vandali i costi degli interventi di ripristino integrale del bene danneggiato. Il principio che voglio ribadire è che chi distrugge dovrà pagare di tasca propria”.

“Ricordo a coloro che si rendono responsabili di simili atti vandalici che attaccare il patrimonio culturale della Nazione significa danneggiare beni collettivi che rappresentano la ricchezza di tutti”, ha aggiunto il ministro.

“Ciascun cittadino, come sancisce l’articolo 9 della Costituzione, ha il dovere di preservare questa risorsa preziosa. La salvaguardia del Pianeta è una preoccupazione comune, ma è fondamentale che chi colpisce l’arte con tali azioni comprenda che danneggia anche la natura, poiché alcuni luoghi e monumenti sono diventati parte integrante delle nostre città a causa dell’antropizzazione del paesaggio”.

Ultima Generazione Arco della Pace Milano 2023-11-15

Ultima generazione imbratta l’Arco della Pace a Milano

Gli attivisti di “Ultima generazione” hanno compiuto un nuovo blitz mercoledì pomeriggio a Milano, questa volta mirato all’Arco della Pace.

Sette eco-attivisti hanno colpito il monumento con vernice sparata da un estintore. Nonostante alcuni di loro si siano incollati al suolo, sono stati portati via dalla polizia. Le cinque donne e i due uomini, indagati per imbrattamento, hanno dichiarato che la loro azione è volta a protestare contro i ricchi e i potenti, sottolineando la connessione tra l’azienda di stato Leonardo, la produzione di armi e i conflitti internazionali.

Il governo italiano è accusato di non rispettare l’articolo 11 della Costituzione riguardo al commercio di armi. Questo è il secondo attacco di Ultima Generazione all’Arco della Pace, dopo quello di marzo, e si inserisce in una serie di proteste del gruppo contro la produzione di armamenti.

Articoli Correlati
sanificazione ambientale Eco di Milano e provincia

Popolari